UNIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA "CARBONARA"

CAMPO SPORTIVO COMUNALE LOC. “IS CASAS”

09049 VILLASIMIUS – CA

P.I. 01758980922 ISCR. REGISTRO DITTE CA: 213136/99

TELEFONO CELLULARE 338 2196015

iscrizioni FITAV: CA07 - CONI: 55800 -  RAS - 02071

  

[Organigramma] - [Statuto - Bilancio] - [Attività Generale] -  [Attività Sportiva] -[Aggiornamenti] - [home]

 

STATUTO:

 

 ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

UNIONE SPORTIVA CARBONARA

VILLASIMIUS

 

DENOMINAZIONE, SEDE, SCOPO.

 

ART. 1

L’associazione sportiva dilettantistica costituitasi a Villasimius nell’anno 1987, assume ora la denominazione:

“ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

UNIONE SPORTIVA CARBONARA”

è priva di personalità giuridica e disciplinata dagli articoli 36 e seguenti del codice civile.

 

ART. 2

L’associazione ha sede in Villasimius e adotta quale stemma l’emblema di un’aquila ed i colori sociali il giallo ed il verde.

 

ART.  3

L’associazione, senza scopo di lucro, è apartitica e aconfessionale, si propone la seguente attività istituzionale:

·        La promozione, la propaganda e l’esercizio delle attività sportive dilettantistiche in genere sia ai fini ricreativi che agonistici, nei limiti previsti dalla vigente legislazione a livello nazionale ed internazionale, compresa l’attività didattica per l’avvio, l’aggiornamento ed il perfezionamento nello svolgimento della pratica sportiva.

·        L’organizzazione di ogni attività sportiva, ricreativa, di carattere culturale compresa la gestione di sagre, feste e tornei, la gestione di attrezzature, impianti, palestre, campi sportivi, luoghi di incontro e ricreazione, la promozione di gare, giochi ed attività similari, ivi compresa la somministrazione di alimenti e bevande, estesa agli associati e loro familiari, nel rispetto delle vigenti norme di legge.

·        L’organizzazione di ogni attività per la difesa del territorio, la protezione civile a terra e a mare, l’incremento di tutte le attività venatorie, l’allestimento e la gestione di impianti per l’allevamento della selvaggina e per il ricovero di animali domestici, con possibilità di gestire i servizi oltre che con personale volontario senza scopo di lucro, anche con personale dipendente regolarmente retribuito, per servizi di custodia, prevenzione, tutela e gestione di tutti i beni propri o affidati in gestione o uso. Per il raggiungimento del proprio scopo l’associazione potrà aderire ad altre associazioni, società sportive, federazioni, organismi provinciali, regionali o nazionali, aventi oggetto analogo o affine al proprio ed avvalersi di qualunque facilitazione, contributo, agevolazioni, disposte da normative locali o nazionali.

 

PATRIMONIO QUOTE ED ESERCIZI SOCIALI

 

ART. 4

Il  patrimonio dell’Associazione è costituito da:

  • Tutti i beni mobili ed immobili che comunque divengano della Associazione;

  • Fondi di riserva comunque costituiti, da utilizzare e reinvestire esclusivamente per le finalità istituzionali e che non possono in nessun caso essere distribuiti tra i soci anche in modo indiretto salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge;

  • Contributi, erogazioni, donazioni o lasciti

Le entrate dell’Associazione sono costituite:

·        Dalle quote sociali o da contributi speciali dei soci;

·        Da utili derivanti da manifestazioni o da partecipazioni ad esse o da gestione degli impianti dell’Associazione o avuti in gestione o uso;

·        Da ogni altra entrata che concorra all’incremento dell’attivo sociale, da servizi resi a terzi nell’ambito dell’attività istituzionale.

 

ART. 5

Le quote possono essere di iscrizione, (una tantum), associative (annuali) o straordinarie.

Il pagamento della quota associativa deve avvenire entro e non oltre il 31 gennaio di ogni anno.

Per il primo anno la quota di iscrizione viene stabilita in euro 11,00 e la quota associativa viene stabilita in euro 11,00 annuali, da pagarsi in via anticipata al momento dell’iscrizione.

Successivamente l’Assemblea, su proposta del Consiglio Direttivo stabilirà, entro il 31 dicembre di ogni anno, l’entità della quota di iscrizione e della quota associativa per l’anno successivo.

 

ART. 6

La durata dell’Associazione è illimitata.

Gli esercizi sociali vanno dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno. Al termine di ogni esercizio il Consiglio Direttivo provvederà alla redazione dei bilanci consuntivo e preventivo, da presentare alla approvazione dei soci, unitamente ad una relazione annuale sulla vita dell’Associazione.

È caratterizzata dal rispetto del principio di democrazia interna, dall’elettività e gratuità degli incarichi degli amministratori, dall’obbligatorietà della tenuta e l’aggiornamento dei libri sociali.

L’Associazione per il conseguimento delle finalità sportive accetta di conformarsi ai principi dell’ordinamento generale e si adegua alle norme ed alle direttive del Coni e delle Federazioni Sportive, alle quali si affilia.

S’impegna inoltre ad applicare e rispettare gli statuti e i regolamenti federali così come i provvedimenti che le federazioni emaneranno a loro carico.

 

SOCI E TESSERATI

ART. 7

I soci possono essere :

·        FONDATORI: coloro che hanno fondato e dato vita all’Associazione e che sono stati iscritti nei primi trenta giorni dalla sua costituzione;

·        ORDINARI: coloro che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e la cui ammissione sia avvenuta ordinariamente a norma di statuto;

·        SOSTENITORI: coloro che, pur non partecipando all’attività sociale, effettuino versamenti a favore dell’Associazione nell’entità e con le modalità stabilite dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo;

·        ONORARI: coloro i quali hanno dato lustro all’associazione per meriti sportivi o per la carica ricoperta nella vita sociale, che vengono nominati tali a norma dello statuto, indipendentemente dall’apporto effettivo alla “UNIONE SPORTIVA CARBONARA” e coloro che, essendo già soci da almeno un anno, compiono il 65° anno di età.

 

ART. 8

Le domande di ammissione si rivolgono al presidente dell’Associazione.

Per i minorenni la domanda di ammissione deve essere presentata da uno dei genitori o, in mancanza da chi ne abbia la legale rappresentanza.

 

ART. 9

Il Consiglio Direttivo decide sull’ammissione del socio a maggioranza con votazione segreta e ne informa l’Assemblea nella prima successiva riunione e l’interessato dell’avvenuta iscrizione o diniego.

 

ART. 10

Il socio all’atto di ammissione deve dichiarare di accettare integralmente e senza riserve gli obblighi tutti, derivanti dello Statuto Sociale e dal Regolamento interno dell’Associazione, e pagare le quote di ammissione ed annuali.

I soci onorari sono esentati dal pagamento di qualsiasi quota sociale annuale.

I tesserati per le discipline sportive e ricreative sono soggetti all’ordinamento federale e devono esercitare con lealtà le loro attività osservandone i principi, le norme e le consuetudini.

Gli atleti, sono coloro che praticano l’attività sportiva a livello amatoriale o agonistico, sono inquadrati presso le associazioni sportive federate o affiliate, ovvero tesserati per svolgere le attività ricreative, sportive o culturali proposte dall’associazione.

I tecnici, gli istruttori, gli allenatori, i direttori di tiro e tutti coloro che, avendo ottenuto un’abilitazione professionale, risultano iscritti agli albi nazionali dei quadri tecnici.

Gli atleti, i tecnici, gli istruttori, gli allenatori e tutti i tesserati che fruiscono dei soli servizi e non partecipano alle attività istituzionali, possono eleggere, nell’ambito delle rispettive categorie, un loro rappresentante, che parteciperà con diritto di voto e di parola alle assemblee.

 

ART. 11

L’Assemblea, su proposta del Consiglio direttivo, stabilisce anno per anno l’ammontare della quota di iscrizione e della quota sociale annua.

Il pagamento della quota sociale da diritto a partecipare alla vita dell’Associazione e all’utilizzo degli impianti e delle attrezzature della medesima, previo pagamento delle quote supplementari stabilite dall’Assemblea e l’accertamento dei requisiti soggettivi, per l’uso degli impianti ed in conformità al regolamento che l’Assemblea stessa predisporrà.

Il pagamento della tessera di atleta o di tecnico, già conseguita presso altre associazioni o federazioni sportive, il pagamento delle tessere sociali per associazioni venatorie dà diritto all’utilizzo degli impianti e delle attrezzature della medesima o delle associazioni affiliate a federazioni identiche o affini, previo pagamento delle quote supplementari e accertamento dei requisiti soggettivi stabiliti dall’Assemblea, per l’uso degli impianti ed in conformità al regolamento che l’Assemblea stessa predisporrà.

 

ART. 12

L’impegno a rimanere socio è annuale e si intende riconfermato di anno in anno salvo dimissioni da presentare con preavviso di almeno due mesi prima della scadenza annuale.

La qualifica di socio si perde per:

·        Dimissioni presentate per iscritto al Consiglio Direttivo nel termine sopra indicato;

·        Espulsione che potrà essere pronunciata dal Consiglio Direttivo contro il socio che commetta infrazioni disciplinari molto gravi o che, con la sua condotta, costituisca ostacolo al perseguimento ai fini dell’Associazione, che violi deliberatamente le norme statuarie e regolamentari nonché le decisioni del Consiglio Direttivo o dell’Assemblea;

·        Morosità nei pagamenti delle quote associative protratta per oltre sei mesi; il socio moroso, finchè dura la morosità, non potrà esercitare alcun diritto nei confronti dell’Associazione.

 

ART. 13

 

Sono organi dell’Associazione:

·        L’ASSEMBLEA DEI SOCI;

·        IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO;

·        IL CONSIGLIO DIRETTIVO;

·        IL COLLEGIO DEI REVISORI.

 

Tutte le cariche sociali sono onorarie e gratuite, ma è dovuto il rimborso delle spese incontrate per la carica, purchè documentate, comprese le indennità di missione regolamentate dal consiglio dirigente e le spese di vitto e viaggio durante le missioni di qualsiasi natura.

ASSEMBLEA

ART. 14

L’Assemblea rappresenta la generalità dei soci e le sue deliberazioni, prese in conformità della legge e del presente statuto, sono vincolanti anche per i soci assenti o dissenzienti.

La convocazione delle Assemblee dev’essere fatta dal Consiglio Direttivo con preavviso di almeno quindici giorni mediante avviso, comunicato agli associati ed esposto nella sede dell’Associazione, contenente il giorno, l’ora ed il luogo della convocazione nonché le materie da trattare.

L’Assemblea dev’essere convocata almeno una volta all’anno entro il mese di marzo per la relazione annuale e l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo, che dovranno essere depositati presso la sede dell’Associazione almeno quindici giorni prima di quello stabilito per la riunione.

Viene inoltre convocata per l’elezione degli organi sociali e per deliberare sulla destinazione i fondi dell’Associazione.

Può infine essere convocata quando il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno o ne sia fatta richiesta da almeno un quinto degli associati.

 

ART.15

In prima convocazione l’Assemblea è validamente costruita con la presenza, in proprio o per delega, della metà più uno degli aventi diritto a voto e delibera a maggioranza assoluta dei presenti; in seconda convocazione è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci presenti, in proprio o per delega, e delibera validamente a maggioranza assoluta dei presenti.

La Presidenza dell’Assemblea spetta al Presidente del Consiglio Direttivo, in sua assenza o impedimento al Vice presidente o alla persona che l’Assemblea nominerà.

Di ogni riunione dell’assemblea viene redatto regolare verbale sottoscritto dal Presidente e dal segretario nominato dall’Assemblea.

Tutti i soci maggiorenni ed in regola con i pagamenti hanno diritto a voto; i soci possono farsi rappresentare da altro socio mediante delega scritta che resterà agli atti dell’Associazione, ma nessun socio potrà rappresentare più di  altri due soci.

I soci minorenni saranno rappresentati nell’Assemblea da uno dei genitori o da chi ne abbia la legale rappresentanza.

 

CONSIGLIO DIRETTIVO

 ART. 16

L’Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto dai cinque ai nove membri, nominato per la prima volta nell’atto costitutivo e successivamente eletto dall’Assemblea.

I consiglieri durano in carica per quattro anni e sono rieleggibili.

Al Consiglio Direttivo spetta la direzione morale, disciplinare e la amministrazione Ordinaria e Straordinaria dell’Associazione.

Il Consiglio Direttivo potrà annualmente subordinare l’uso degli impianti sociali e la presentazione di particolari servizi ad apposita tariffa da sottoporre preventivamente all’approvazione dell’Assemblea in occasione dell’approvazione del bilancio annuale.

 

ART. 17

La rappresentanza dell’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio spettano al Presidente del Consiglio Direttivo e, in caso di sua assenza o impedimento, al Vice Presidente.

I componenti il Consiglio Direttivo devono partecipare a tutte le riunioni, in caso di impedimento devono tempestivamente giustificare la loro assenza.

Il consigliere, che senza giustificato motivo risulta assente per tre riunioni consecutive, decade dall’incarico e viene integrato durante la prima assemblea dei soci che resta in carica fino alla scadenza naturale del mandato. La giustificazione di assenza, verbale o telefonica, è ratificata dal consiglio nel corso della prima seduta utile.

Il Consiglio Direttivo è convocato, anche al di fuori della sede sociale, su iniziativa del Presidente o del Vice Presidente, ovvero quando ne sia fatta richiesta da almeno tre consiglieri mediante avviso da comunicarsi agli stessi con preavviso di almeno cinque giorni: in caso di estrema urgenza l’avviso può essere inviato per telefono o fax con preavviso di almeno ventiquattro ore; l’avviso deve contenere gli argomenti posti all’ordine del giorno.

Per la validità della seduta del Consiglio è necessaria la presenza della maggioranza dei Consiglieri e le deliberazioni sono prese a maggioranza dei presenti.

In caso di parità prevale il voto del Presidente o di chi ne fa le veci.

Delle riunioni viene redatto apposito verbale sottoscritto dal Presidente e dal segretario.

 

ART. 18

In caso di mancanza, per dimissioni o per qualsiasi altra causa, della maggioranza dei componenti il Consiglio Direttivo, a cura dei consiglieri esistenti o del Presidente del Collegio dei Revisori, deve essere immediatamente convocata l’Assemblea dei soci per l’integrazione dei Consiglieri o l’elezione di un nuovo Consiglio.

I Consiglieri eletti ad integrazione rimangono in carica per il periodo di carica del Consiglio originario.

I dipendenti dell’Associazione non possono essere eletti alle cariche sociali finchè dura tale rapporto di dipendenza.

 

ART. 19

Spetta al Consiglio Direttivo redigere i regolamenti interni, curare l’osservanza delle delibere e delle norme contenute nello Statuto e nei regolamenti, promuovere ed organizzare tutte le manifestazioni dell’Associazione e deliberare la partecipazione a manifestazioni organizzate da terzi.

 

COLLEGIO DEI REVISORI  

ART. 20

L’Assemblea nominerà fra i soci un COLLEGIO DEI REVISORI con il compito di accettare la regolare tenuta della contabilità sociale e l’osservanza delle norme di legge e di Statuto da parte dei consiglieri.

Non potranno essere eletti quali revisori il coniuge, i parenti o gli affini degli amministratori ed i dipendenti dell’Associazione.

 

ART. 21

I Revisori nomineranno nel loro ambito il Presidente e provvederanno agli atti di ispezione e di controllo di loro competenza.

 

SCIOGLIMENTO – CLAUSOLA ARBITRALE

ART. 22

Lo scioglimento dell’Associazione potrà essere deliberato dall’Assemblea con la presenza ed il voto favorevole di almeno quattro quinti degli associati; con la medesima delibera verranno nominati i liquidatori, specificandone i poteri, e si preciseranno le modalità di liquidazione e la destinazione del patrimonio sociale; il bilancio finale di liquidazione dovrà egualmente essere sottoposto all’approvazione dell’Assemblea, che delibererà con le presenze e la maggioranza ordinaria, in merito alla devoluzione del patrimonio residuo dell’Associazione che sarà devoluto ad un’altra associazione o enti aventi gli scopi analoghi ovvero destinato a finalità pubbliche, fatte salve diverse destinazioni imposte dalla legge.

Eventuali beni in uso, e non di proprietà, saranno restituiti ai legittimi proprietari.

 

ART. 23

Qualunque controversia dovesse sorgere tra i soci, o fra questi e l’Associazione o i suoi organi, in merito ai rapporti sociali, sarà rimessa ad un collegio di tre arbitri nominati uno da ciascuna delle parti ed il terzo dagli arbitri così nominati e, in difetto, dal Presidente del Tribunale di Cagliari.

RINVIO

ART. 24

Per quanto qui non previsto si fa espresso riferimento alle norme di legge vigenti in materia e quelle previste dal codice civile.

 

BILANCIO DI PREVISIONE 2017- conto di previsione con assestamento: verbale consiglio n. 273/2017 e CONTO CONSUNTIVO 2017

U.S.D.CARBONARA 09049 VILLASIMIUS LOC. IS CASAS

verbale C.D. n. 269 del 08.12.2017

APPROVATO DALL'ASSEMBLEA DEI SOCI VERBALE N. 49 DEL 08.12.2017

RENDICONTO ECONOMICO: COSTI

VARIAZIO +

VARIAZIO -

1 - SPESE PER L'ACQUISIZIONE DI SERVIZI:

prestazioni di lavoro autonomo o occasionale

€ 200,00

attivazione progetti mostre e varie in concorso

€ 700,00

noli, progettazioni e consulenze

€ 600,00

missioni, trasferte

€ 150,00

tenuta conto corrente bancario

€ 210,00

€ 50,00

allestimento mostre, manifestazioni, ripopolamenti,

€ 300,00

residui passivi anno 2015

2 - SPESE PER IL PERSONALE DIPENDENTE:

retribuzioni, prestazioni sportive, tecnici, rimborsi

€ 250,00

oneri sociali

trattamenti di fine rapporto

inail e tasse arretrate

vestiario e attrezzature

€ 200,00

3 - SPESE PER IL PERSONALE VOLONTARIO:

assicurazioni obbligatorie

€ 400,00

rimborsi spese e agevolazioni conv.

€ 250,00

missioni e promozioni

€ 200,00

€ 170,00

vestiario e attrezzature

€ 120,00

4 - SPESE AMMORTAMENTO IMMOBILI:

completamento campo tiro a volo e locali accessori

€ 400,00

€ 1.800,00

manutenzione stabili e strutture

€ 300,00

€ 100,00

mobili ed arredi

€ 200,00

€ 100,00

manutenzione mezzi e sistemazione attrezzature

€ 300,00

€ 600,00

affitti locali

5 - FONDI ACCANTONATI:

rate trimestrali INPS operai agricoli

imposte tasse, redditi, debiti terzi,

€ 300,00

iva anno precedente e sanzioni

6 - SPESE GENERALI:

materiali di consumo cancelleria e stampati

€ 200,00

€ 400,00

energia elettrica e telefonica e spese postali

€ 920,27

€ 100,00

assicurazioni automezzi, tasse poss.e carburante

€ 300,00

€ 1.000,00

spese varie, rappresentanza, anticip. Conto terzi

€ 500,00

attivazione servizi e attività ricreativa

€ 3.000,00

€ 1.200,00

totali parziali per capitolo di spesa

€ 7.130,27

totali variazioni

€ 3.270,00

€ 5.120,00

totale generale dopo variazione

€ 12.250,27

€ 12.811,50

E' copia conforme all'originale depositata agli atti d'ufficio. Villasimius 09.12.2017. Mario Boi Presidente U.S.D. Carbonara

BILANCIO DI PREVISIONE 2018 -  SPESE
U.S.D.CARBONARA 09049 VILLASIMIUS LOC. IS CASAS  VERBALE CONSIGLIO DIRIGENTE N. 274 DEL 13.11.2017
APPROVATO DALL'ASSEMBLEA DEI SOCI VERBALE N.   49      DEL  08.12.2017    
RENDICONTO ECONOMICO: COSTI
1 - SPESE PER L'ACQUISIZIONE DI SERVIZI:
prestazioni di lavoro autonomo o occasionale              500,00
attivazione progetti mostre e varie in concorso              200,00
noli, progettazioni e consulenze              500,00
missioni, trasferte              300,00
tenuta conto corrente bancario              260,00
allestimento mostre, manifestazioni, ripopolamenti piattelli            1.600,00
iva anno corrente                     -  
2 - SPESE PER IL PERSONALE DIPENDENTE:
retribuzioni, prestazioni sportive, tecnici, rimborsi                     -  
oneri sociali                     -  
trattamenti di fine rapporto
inail e tasse arretrate
vestiario e attrezzature              300,00
3 - SPESE PER IL PERSONALE VOLONTARIO:
assicurazioni obbligatorie              400,00
rimborsi spese e agevolazioni conv.                     -  
missioni e promozioni              200,00
vestiario e attrezzature              200,00
4 - SPESE AMMORTAMENTO IMMOBILI:
completamento campo tiro a volo e locali accessori              600,00
manutenzione stabili e strutture              700,00
mobili ed arredi              400,00
manutenzione mezzi e sistemazione attrezzature              600,00
affitti locali                     -  
5 - FONDI ACCANTONATI:
rate  trimestrali INPS operai agricoli                     -  
imposte tasse, redditi, debiti terzi                     -  
iva anno precedente e sanzioni                     -  
6 - SPESE GENERALI:
materiali di consumo cancelleria e stampati              700,00
energia elettrica e telefonica e spese postali            1.200,00
assicurazioni automezzi, tasse poss.e carburante              500,00
spese varie,  rappresentanza, anticip. Conto terzi              400,00
attivazione servizi e attività ricreativa            3.477,00
totali parziali per capitolo di spesa
totali generali per capitolo di spesa     13.037,00
BILANCIO DI PREVISIONE 2018  - conto di previsione - ENTRATE
U.S.D.CARBONARA 09049 VILLASIMIUS LOC. IS CASAS VERBALE CONSIGLIO DIRIGENTE N. 274 DEL 13.11.2017
APPROVATO DALL'ASSEMBLEA DEI SOCI VERBALE N. 49     DEL 08.12.2017
.
RENDICONTO ECONOMICO: ENTRATE VARIAZIONI + VARIAZIONI - PREVISIONI:
1 - RENDITE PATRIMONIALI:
da affitti o cessione in uso di beni sociali € 600,00
redditi, interessi di titoli o depositi attivo di cassa impegnato al 30.11.2017 € 0,00
da entrate per prestazioni occasionali e spettacoli € 1.500,00
da attività sportiva ricreativa € 4.237,00
2 - CONTRIBUTI, SOVVENZIONI E LASCITI:
da rimborsi per anticipazioni conto terzi € 0,00
da contributi dal Comune di Villasimius € 3.100,00
da contributi dalla regione autonoma Sardegna e Provincia di Cagliari € 0,00
da sgravi fiscali € 0,00
contributi da privati  FITAV -FIDASC-U.C.S. € 1.500,00
contributi vari da enti diversi € 0,00
3 - QUOTE SOCIALI ORDINARIE E STRAORDINARIE:
ricupero quote sociali scadute € 100,00
quote sociali ordinarie € 1.100,00
contributi straordinari € 300,00
da cessione di beni strumentali € 600,00
4 - PROVVENTI DA SERVIZI RESI A TERZI:
attivazione serviz.difesa ambientale a terra € 0,00
attivazione servizio di sorveglianza amp
attivazione servizio di salvamento a mare
oneri accessori su attivazione servizi € 0,00
totale generale delle entrate € 13.037,00